Sistemamanifesto

2021

Museo Poldi Pezzoli, Milano
11/11/2021 – 07/03/2022

Allestimento della mostra dedicata a Federico Zeri (Roma, 12 agosto 1921 – Mentana, 5 ottobre 1998), nel centenario della nascita del grande studioso.

2021

Paola Besana (1935-2021) è stata una delle più importanti tessitrici contemporanee.
Le sue collezioni sono frutto di circa 60 anni di ricerche, viaggi e regali; sono composte principalmente da tessuti, intrecci, e in generale strumenti legati al mondo del tessuto, ma anche oggetti curiosi, utensili per la casa, ricordi.
Paola Besana diceva che “collezionare è come prendere appunti” per ricordare, riflettere, ragionare e progettare qualcosa di nuovo.
La sua collezione è sicuramente una delle più importanti sul tessuto al mondo per varietà.

2021

Questo volume mira ad analizzare e a raccontare la vita di una delle più impor- tanti artiste e designer tessili.
Besana ha saputo cogliere il meglio da viaggi e esperienze formative all’estero, dove è entrata in contatto con i grandi maestri del tessuto ma anche con gli artigiani dei villaggi rurali sudamericani. Trovando sempre un nuovo modo (“Cos’altro ancora?” era il suo motto) per sperimentare con tecniche e materiali, Paola Besana con rigore e ironia ha trasformato la tessitura in un “gioco serio”.
L’elaborato raccoglie e analizza l’operato dell’autrice, catalogandolo e proponendo una chiave di lettura critica.
Studiare Paola Besana, conoscere il suo metodo, la sua storia, la sua ossessione per gli oggetti tessili da tutto il mondo, i suoi metodi di insegnamento, permette di comprendere la sua lezione: guardare al mondo della progettazione con occhi sempre nuovi.

2021

Il baco da seta (Bombyx mori) è un lepidottero che non esiste allo stato selvatico. 5000 anni di forze selettive da parte dell’uomo hanno modificato a tal punto alcuni suoi antenati (Bombyx mandarina) da farceli definire come un’altra specie. L’inizio della relazione con questi lepidotteri si deve all’uomo, che ha saputo intuire le potenzialità del bozzolo che l’insetto produceva nella muta per trasformarsi in farfalla. Nel processo di domesticazione l’uomo ha imparato ad usare strumenti, ambienti controllati e gesti codificati, a cui il baco con il tempo è diventato dipendente.

2021

Questo volume è il risultato della nostra indagine sul tappeto, ovvero quella porzione dello spazio domestico che modera la durezza dell’architettura, rendendola accogliente, che mitiga la freddezza del pavimento e che definisce spazi e funzioni, senza mai essere ingombrante.
Svilito spesso a presenza accessoria della casa, abbiamo cercato qui di rivalutarlo, dignitoso seppur calpestato, meritevole di attenzioni pur occupando il posto più basso della casa.

2021

Questo volume vuole essere un abaco di esempi virtuosi attraverso cui reinventare un possibile manuale dell’architettura, ma partendo dal morbido.
La prima parte analizza quali sono gli elementi in tessuto che vivono nelle nostre case attraverso casi studio di designer e architetti che hanno fatto del tessuto il fulcro del loro progetto; la ricerca prosegue poi guardando al mondo dell’arte, in parti- colare a quelle opere che hanno nel morbido il loro campo d’indagine.

2020

Progetto grafico e fotografico per il lancio di Pepa, lampada wireless in legno disegnata da Francesco Faccin per Astep.

2019

Una ricerca concettuale attorno al tema dell’Eros da noi inteso come una bolla.
Un spazio e un tempo nel quale immergersi e isolarsi.
Una definizione che ha visto nella forma architettonica del chiostro la perfetta trasposizione in ambito architettonico.